Iervasi ne fa tre, il Locri cinque. Sersale abbattuto

In mezzo a due partite storiche, quelle di coppa contro il Licata, la trasferta odierna di Sersale poteva apparire ai più come il classico intermezzo indesiderato, duro ostacolo verso quel traguardo chiamato Serie D. Ma Umberto Scorrano quest’anno ha già dimostrato in diverse occasioni come la sua creatura si esalti maggiormente nei momenti delicati, riuscendo sempre alla grande. Ed è così che nonostante un avversario ostico in casa (solo due le reti subite prima della giornata odierna tra le mura amiche), il turn over in vista della sfida di mercoledì e le condizioni atmosferiche difficilissime, il Locri torna dalla trasferta catanzarese con tre punti pesantissimi e la bellezza di cinque reti messe a segno.

Appunto il turn over: fuori Dascoli, Libri e Carbone, dentro Battista, Castellano e Iervasi nell’undici di partenza. E’ proprio il capitano amaranto a farsi carico del peso dell’attacco e a mettere il marchio su questa bella cinquina con una splendida tripletta, grazie al suo istinto da uomo d’area di rigore. L’uno a zero è frutto di un errore della retroguardia del Sersale, con Iervasi lesto ad approfittarne e a siglare la rete del vantaggio. La seconda marcatura personale, che coincide col raddoppio amaranto, arriva su calcio di rigore con la palla prima respinta dall’estremo difensore e poi ribattuta in gol. La tripletta suggella la cinquina di squadra: grande azione di Matteo Carbone che, dopo aver saltato un paio di avversari, serve con un preciso filtrante in area il compagno di reparto libero di spiazzare ancora una volta il portiere avversario.

In mezzo alla gioia personale di Iervasi altre tre reti, due a firma amaranto e una a firma giallorossa. A inizio secondo tempo su azione d’angolo, dopo un colpo di testa respinto di Varricchio, il più veloce di tutti a buttarsi sul pallone è Andrea Coluccio, che mette a segno il suo quarto sigillo stagionale e il tre a zero per il Locri. Ikobur riaccende flebili speranze di rimonta per i locali con una marcatura di pregevole fattura, subito spente dalla quarta rete messa a segno da Manuel Conversi: palla lunga sull’out di destra per il fantasista amaranto che entra in area e, dopo aver portato la palla sul sinistro, conclude con un bel tiro nell’angolo più lontano.

Sotto una pioggia incessante e col sostegno dei sempre presenti tifosi, giunti in buon numero anche oggi nonostante le avverse condizioni meteo, il Locri allunga il margine sulla seconda salendo a +14 per un totale di 58 punti in classifica. Mantenendo questo ritmo e questa distanza la vittoria matematica del campionato e la conseguente promozione in Serie D potrebbero arrivare tra tre domeniche, il 18 marzo, nello scontro in casa contro il Castrovillari.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: