Tripletta di Puntoriere e il Locri torna alla vittoria. A un passo dal sogno

Il Locri riparte e lo fa nel segno del numero tre. Tre, infatti, sono le reti che permettono agli uomini di Scorrano di tornare alla vittoria e avere la meglio su un’Aurora Reggio mai doma, alla fine di una partita tiratissima e decisa nei momenti finali da uno splendido gol di Marco Puntoriere. Il bomber amaranto è stato il grande protagonista di giornata grazie alle tre reti messe a segno.

L’undici iniziale vede Ruggiero prendere il posto di Dascoli come esterno di destra nella difesa a tre, completata da Coluccio e Varricchio; a centrocampo Lombardo, coadiuvato dai soliti Libri e Siano, mentre sugli esterni, sull’out di sinistra Tripodi, sul lato opposto Foti. In attacco Carbone e Puntoriere. Ancora assenti, oltre al citato Dascoli e al lungodegente Bruzzese, anche Conversi, Guttà, Iervasi e Battista.

Il primo tempo è scoppiettante. Dopo dieci minuti di gioco sono i locali a portarsi in vantaggio grazie a un rigore concesso per fallo di mani in area di Foti e trasformato da Favasuli. Come sette giorni prima a Sambiase contro la Luzzese, il Locri si ritrova dopo pochi minuti in svantaggio, riuscendo però a trovare subito la rete del pari. Al 17′, infatti, Puntoriere in mischia mette a segno la prima delle sue tre marcature. Gli amaranto provano, anche se un po’ a fatica, a fare il proprio gioco e difatti non corrono più grossi rischi in difesa. Al 37′ arriva il raddoppio: Foti scende sulla propria fascia di competenze e, dopo aver ricevuto palla, mette al centro per l’accorrente Puntoriere, lestissimo ad anticipare la difesa avversaria e mettere a segno la seconda rete personale con un bel destro al volo sul primo palo.

La ripresa si apre con un Locri voglioso di trovare la rete delle sicurezza, ma le conclusioni verso la porta avversaria sono a volte deboli, a volte imprecise. Inizia la girandola dei cambi che serve a portare forze fresche in campo, ma il gol non arriva, anzi c’è il pareggio dei locali: Tuzzato al 38′ del secondo tempo supera con un colpo di testa Galluzzo. Entrambe le compagini rimangono in dieci uomini, ma la parte finale è tutta di marca amaranto: quando ormai i giochi sembravano fatti, al terzo minuto di recupero Puntoriere prende palla in area e col mancino disegna una traiettoria impossibile da parare per l’estremo difensore avversario. Pallone in porta e promozione in Serie D a soli tre punti dalla matematica certezza.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: