Il Locri U17 conquista la Coppa Calabria

PRO COSENZA – LOCRI: 0 – 2
PRO COSENZA: Spadafora, Filippelli (al 1’st Golluscio), Bilotta (al 40’st Caputo S.), Baldino (al1’st Pisano), Guglielmelli (al 1’ st Ciaccio), Morrone, Balbi, Bruno (al 37’st Caput F.), Massimilla, Riconosciuto, Paolozzo; a disp. Cribari, Scarpelli, Conforti, Caputo E.. Allenatore Franzese.
AC LOCRI 1909: Iemma A., Marte, Schirripa, Logozzo, Barbaro, Angilletta, Demasi, Rogolino, Virgara, Lucà (al 43’st Varacalli A.), Zappavigna ( al 37’st Manglaviti); a disp. Iemma A., Galluzzo, Verduci, Papallo, Licandro, Varacalli D., Pelle. Allenatore: Papallo.
Arbitro: Violi di Taurianova.
Grande prestazione dei ragazzi amaranto che dopo aver dominato il proprio girone, acquisendo il diritto a partecipare al campionato elite, conquistano il titolo regionale vincendo la Coppa Calabria 2018/19. La vittoria di ieri, sugella il cammino esaltante di questa formazione che ha mietuto record su record, infatti su 23 incontri disputati sono state 21 le vittorie e 2 soltanto i pareggi con 0 sconfitte (unica sul panorama calcistico regionale). Per questa finale gli amaranto hanno dovuto fare a meno del portiere Schiavello (squalificato) e del centrocampista Coffa (infortunato). La partita è stata abbastanza equilibrata nel 1° tempo dove la tensione ha condizionato più del dovuto le 2 squadre, anche se sono stati gli amaranto ad osare di più con le conclusioni da fuori di Virgara, Lucà e Zappavigna che con dei tiri da fuori area mancavano di poco il bersaglio.
Nella ripresa i Locresi prendevano sempre più il pallino del gioco costringendo nella loro metà campo i Cosentini che, nonostante i numerosi cambi, non riuscivano a contenere le sfuriate dei ragazzi del Locri, che dopo aver mancato ripetutamente la marcatura con Lucà, Virgara, Angilletta e Demasi a sancire il netto predominio di questa 2° fase, arrivavano al meritato vantaggio con Lucà al 31’ , ben servito da Zappavigna, che entrato in area batteva di giustezza il portiere in uscita con un perfetto diagonale a mezza altezza. Nemmeno il tempo di riprendere le ostilità che il Locri, approfittando del naturale sbilanciamento dei Cosentini, chiudeva la partita con il bomber Virgara al 37’, ben servito da un delizioso assist di Lucà, che batteva di precisione con un tocco all’angolino alla sinistra del portiere in uscita, 2 a 0 e partita virtualmente chiusa, infatti i restanti minuti finali ivi compresi i 5 di recupero venivano gestiti senza affanni dalla rocciosa difesa amaranto.
Al triplice fischio sono gli amaranto Locresi a festeggiare… anche se gli stessi  si sono svolti in tono minore a causa della scomparsa del giovane tifoso amaranto Salvatore Caruso, cugino del vice presidente della società Peppe Arone, rimasto vittima di un tragico incidente sul lavoro nelle ore antecedenti il match e a cui i ragazzi (scesi in campo con il lutto al braccio), i tecnici e la dirigenza hanno voluto dedicare questa straordinaria vittoria.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: