LOCRI incontra una forte TURRIS: partita che finisce 4 a 0 per i campani

Oggi, oltre la partita di campionato tra AC LOCRI 1909 e ASD Turris 1944, è anche una data importante perché il 25 novembre si celebra la giornata per dire NO alla violenza sulle donne. Anche gli stadi hanno aderito a questa lodevole Iniziativa e, nello Stadio Comunale di Locri, i calciatori di entrambe le formazioni, hanno indossato, ad inizio gara, una maglia bianca, con la scritta rossa: “La donna non si tocca nemmeno con un fiore” ed a tutte le donne presenti allo stadio è stata offerta una rosa rossa, come simbolo di pace e non violenza.


E’ stata una partita emozionante, bella da vedere per come è stata giocata ed interpretata. Il risultato è stato a favore dell’ASD TURRIS 1944 che ha vinto per 4 a 0 sulla squadra di casa.

Già dal primo tempo si intravedeva la qualità della partita che stava per giocarsi. I locresi spesso in avanti che cercano di chiudere e pressare già dai primi minuti di gioco, quando è lo stesso capitano, Libri, a provare ben due tiri in porta che però non trovano la rete. Al 10’ una punizione rende la Turris pericolosa in area locrese, ma Pagano intercetta e allontana. Dopo solo 3 minuti però arriva il primo gol dei campani con Celiento con un tiro preciso dal limite dell’area. Turris in vantaggio dunque di un gol. Al 22’ l’arbitro Scatena esibisce il primo cartellino giallo ai danni di Pagano. Non mancano i tentativi da parte della squadra del Locri di concludere, come quello di Caruso che prova per ben due volte e Pagano. Successivamente, uno scambio tra i due e poi Pirrone che prova ma nulla di fatto. Al 30’ è il capitano Libri a tentare il tiro in porta che però vola alto oltre la traversa. Dopo soli 9 minuti arriva invece il secondo gol della Turris con Vacca che sviluppa un’azione di calcio d’angolo e porta le squadre a riposo con il risultato di 2 a 0 per la Turris.

Alla ripresa il Locri cerca le soluzioni, prima con Caruso che prova un tiro alla distanza ma trova il portiere pronto e poi con una punizione di Libri, ribattuta molto vicino l’area, ma la palla è alta. Intanto arriva il giallo per Esempio della Turris. Pannitteri ( che ha preso il posto di fania) crossa in area Turris aspettando i compagni che sono però lontani. Si cercano le azioni con passaggi definiti e contropiedi, ma è la Turris a segnare ancora, sempre con Celiento, il terzo gol con un tiro a giro sul secondo palo che finisce all’incrocio. Il risultato quindi si solidifica sul 3 a 0 per i campani. Ci provano, senza arrendersi, i giocatori dell’AC LOCRI, prima con Libri e poi con Tedesco (entrato alla ripresa) e Caruso, ma i tentativi sono vani. Niente pare fermare la Turris che segna il quarto gol proprio poco prima del fischio di fine partita con Varchetta. Finisce così con la vittoria dell’ASD TURRIS 1944 una partita sentita e ben giocata sino all’ultimo minuto da entrambe le formazioni. AC LOCRI 1909 – ASD TURRIS 1944 termina 0 -4

L’allenatore Umberto Scorrano dichiara: “Mi spiace moltissimo per i ragazzi perché la partita è stata giocata bene. Ma oggi abbiamo affrontato una squadra forte sia in qualità per i giocatori che ha, che in potenza economica. La differenza è stata fatta dai gol specialmente il primo e il terzo, dove si evidenzia grande qualità di questi incredibili giocatori che in qualsiasi momento ti cambiano la partita. Sono, ripeto dispiaciuto per i miei ragazzi perché oggi hanno giocato bene, con una squadra come questa siamo riusciti a creare moltissimo, forse avremmo potuto fare anche noi qualche gol, però la differenza sta proprio qui, nel risultato: loro hanno segnato e noi no. Oggi sono stati i particolari che hanno fatto la differenza. E’ stata una bella partita, sapevamo che sarebbe stata difficile, avremmo dovuto fare una partita perfetta e sperare di trovare l’altra squadra non in condizioni ottimali, ma così non è stato. Rimaniamo sempre consapevoli del nostro obiettivo che deve rimanere la salvezza”.

La Presidente AC LOCRI, Antonella Modafferi afferma: “Mi sarebbe piaciuto vedere qualche gol anche da parte nostra, hanno giocato tutti molto bene, certamente le forze della Turris sono superiori, ma ci abbiamo messo il cuore. Ringrazio anche la società ASD Turris 1944 per i complimenti rivolti alla società, cerchiamo di fare in modo che il calcio non sia solo una partita, ma un messaggio di vero sport, ecco perché anche questa giornata per dire No alla violenza sulle donne è stata particolarmente sentita, dai giocatori, dai tifosi e da tutto lo staff”.

Le formazioni:
AC LOCRI 1909: Pellegrino, Varricchio, Coluccio, Fania, Libri, Caruso, Isabella, Baccilieri, Pirrone, Pagano, Bruzzese; a disposizione: Maraolo, Mazzone, De Marco, Legato, Foti, Tedesco, Cocuzza, Angotti, Pannitteri. Allenatore: Umberto Scorrano.
ASD TURRIS 1944: D’inverno, Esempio, Lagnena, Varchetta, Auriemma, Aliperti, Fabiano, Vacca, Longo, Addessi, Celiento, a disposizione: casolare, Leone, Marino, Federico, Formisano, Franco, Messina, Cunzi, Guarracino. Allenatore: Francesco Fabiano.

Arbitro: Gabriele Scatena – Avezzano
Assistenti: Alberto Colonna (Vasto) e Francesco de Sanctis (Avezzano)
Marcatori: 14′ Celiento (T), 39′ Vacca (T), 66′ Celiento (T), 90+5′ Varchetta (T)
AMMONITI: 22′ Pagano (L); 58′ Esempio (T).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: