Il Marsala batte il Locri

Domenica 11 novembre, allo stadio municipale Lombardo Angotta di Marsala,  si è giocata la partita tra SSD Marsala Calcio e AC LOCRI 1909. Una partita un po’ triste per la presenza ridotta del pubblico. Lo stadio, infatti, era praticamente deserto nel settore della gradinata e della curva per la restrizione della capienza stabilita dagli organi di Commissione Provinciale Sport e Spettacoli. Sono stati infatti concessi soltanto 450 posti spettatori nella tribuna centrale.

Una partita comunque incredibile per la ricchezza di iniziative finita poi con un risultato di  1 a 0 per la squadra di casa.

Nei primi minuti dal fischio iniziale già le prime emozionanti azioni. Subito fallo su Comito e Pirrone batte la punizione da 20 metri sulla barriera. Al 5’ sono i siciliani a rendersi offensivi in area con Prezzabile che però non riesce a concludere. Al 16’ ancora un’azione del Marsala che prova il colpo in porta ma trova in porta Maraolo che respinge di pugni il tiro. Intorno alla metà del primo tempo bella l’azione di Comito per Pannitteri , azione che si sviluppa con Angotti, ma la difesa siciliana attentissima con Giardina salva la porta. Al 32′ è il Marsala a provare l’azione in area con Tripoli e Balistrieri , ma ancora senza esito. Anche l’azione successiva sfuma ad opera di  Galfano e Barraco in porta locrese. E proprio sul finale dei 45 minuti arriva il tiro pericoloso di Barraco su un calcio di punizione. Le due squadre, comunque, tornano agli spogliatoi alla fine del primo tempo con il risultato di 0 a 0.

Il secondo tempo inizia concitato come il primo, e il Marsala, dopo molte azioni ricercate durante il primo tempo, riesce a finalizzare, nella ripresa, al 4’ con Lo Nigro, in un’azione di gioco che non lascia scampo a Maraolo, un tiro su punizione che finisce all’incrocio dei pali. Il Locri cerca di reagire provando a velocizzare, ma il Marsala non demorde e continua l’offensiva. Al 34’ però viene espulso Barraco del Marsala per doppia ammonizione e i giocatori siciliani si ritrovano a in 10 negli ultimi minuti della partita.

L’allenatore Scorrano dichiara: “Peccato avere perso questa partita, con un gol ben realizzato dal Marsala, certamente il campo di gioco non ci ha agevolato, poiché non era in ottime condizioni, ma è anche vero che dopo il loro gol non abbiamo più avuto opportunità. Abbiamo avuto qualche difficoltà anche come formazione di gioco perché avevamo alcuni giocatori malati, come Pellegrino o infortunati come Fania, ma chi ha giocato ha fatto comunque bene, non possiamo piangerci addosso. Sicuramente abbiamo perso una buona occasione sul tiro di Angotti, ma è anche vero che dopo il loro goal non siamo più riusciti ad avere possibilità. Noi dobbiamo ancora lavorare tantissimo, sapendo che abbiamo dei limiti, ma dobbiamo lavorare come squadra e come collettivo, questo è un momento negativo che ci sta perché abbiamo incontrato due squadre importanti come Bari e Messina e oggi abbiamo giocato contro un Marsala veramente buono che ha fatto un grande gol e non è facile giocare dopo quando sei in svantaggio, ma non è un alibi, dobbiamo lavorare d’ora in poi con più cattiveria e determinazione”.

La Presidente AC LOCRI, Antonella Modafferi ribadisce: “Per come hanno giocato le due squadre il risultato ideale sarebbe stato un pareggio, purtroppo è sempre l’episodio che fa la partita, quindi va bene così. Per fortuna i risultati delle altre gare non hanno modificato di tanto la classifica”.

Le formazioni:

SSD MARSALA: Giappone, Bevegna, Galfano, Maraucci, Balistreri, Barraco, Tripoli, Candiano, Prezzabile, Lo Nigro, Giardina, a disposizione: Keba, Frangapane, Parisi, Corsino, Giannusa, Giuffrida, Ciancimino, Velardi, Manfrè. Allenatore: Giannusa.

AC LOCRI 1909: Maraolo, Comito, Caruso, Baccillieri, Pirrone, Pagano, Angotti, Strumbo, Condomitti, Polesano, Pannitteri; a disposizione:  Romeo, Mazzone, Varricchio, Libri, Isabella, De Marco, Bruzzese, Tedesco, Cocuzza. Allenatore: Scorrano.

Arbitro: Tchato

Ammoniti: Giardina al 25’pt (M) – Polesano 4’ st (L), Pagano 8’st(L), Giappone 15 st (M); Angotti 29’ st (L), Pirrone 40’st (L)

al 34’st espulso Barraco (M) per doppia ammonizione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: